LE RESPONSABILITA’ DI IMPRESE E DIPENDENTI PER LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA PRIVACY
MODELLI E STRUMENTI DI PRESIDIO AZIENDALE DEL RISCHIO PRIVACY
 
Milano, mercoledì 20 e giovedì 21 novembre 2013
 
Spazio Chiossetto
Via Chiossetto n. 20 
 
DESTINATARI
Il workshop è rivolto agli uffici compliance, internal audit, organizzazione, affari legali e societari, commerciale e marketing, nonché a professionisti e consulenti d’azienda.
 
CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI
Si informa che l’iniziativa è stata accreditata dall’Ordine degli Avvocati e dall’Ordine dei Commercialisti e Esperti Contabili di Milano per il riconoscimento dei crediti formativi professionali (6 crediti per giornata).
TUV Italia ha attribuito al workshop 16 crediti formativi validi ai fini dell’aggiornamento formativo richiesto dallo schema CDP “Consulente della Privacy e Privacy Officer”.
 
 
 

 
Mercoledì 20 novembre 2013
 
 
09,15 -09,30: registrazione partecipanti
 
 
Introduce e coordina:
Avv. Luca Bolognini
Presidente Istituto Italiano per la Privacy
Studio ICT Legal Consulting
 
 
09,30-10,30
Avv. Rosario Imperiali
Studio Legale Imperiali
 
CODICE PRIVACY, 231 E PROPOSTA DI REGOLAMENTO UE: L’ESIGENZA DI UN SISTEMA DI GOVERNO DELLA COMPLIANCE PER I FLUSSI INFORMATIVI IN AZIENDE ED ENTI
 
 
10,30-11,30
Avv. Rocco Panetta
Managing Partner Studio Legale Panetta & Associati
 
CORPORATE PRIVACY COMPLIANCE
Privacy compliance come pietra miliare della Corporate Governance
Sfide, opportunità e limiti degli attuali modelli aziendali di Compliance in Italia e all’estero
Come e se la Compliance è destinata a cambiare a seguito della conversione in legge del D.L. n. 92/2013
 
 
11,30-11,45: coffee break
 
 
11,45–12,45
Avv. Fulvio Sarzana di Sant’Ippolito
Studio Legale Sarzana e Associati
 
I REATI ICT E IP
I reati informatici
I reati di proprietà intellettuale ed industriale, relativi modelli organizzativi e sanzioni
 
 
12,45-13,30: quesiti e dibattito
 
 
14,30-15,30
Avv. Enrico Basile
Studio Legale Mucciarelli
 
I REATI PREVISTI DAL CODICE DELLA PRIVACY
Il delitto di illecito trattamento di dati personali
Il delitto di falsità nelle dichiarazioni e notificazioni al Garante e altre fattispecie rilevanti
 
 
15,30-16,30
Avv. Luca Bolognini
Presidente Istituto Italiano per la Privacy
Studio ICT Legal Consulting
 
WHISTLEBLOWING E TUTELA DELLA PRIVACY DEL LAVORATORE
Lo “spifferaggio” come strumento di prevenzione 231
Punti di possibile contrasto fra Decreti legislativi 231/2001 e 196/2003
Gestione delle segnalazioni e criteri indicati dal Gruppo di Lavoro dei Garanti UE
Vuoto normativo e aggiornamento sull’evoluzione legislativa italiana
 
 
dalle ore 16,30: quesiti e dibattito
 
 
 
 
Giovedì 21 novembre 2013
 
 
09,15 -09,30: registrazione partecipanti
 
 
Introduce e coordina:
Avv. Giovanni Guerra
Studio Legale Guerra – Ricchiuto
 
 
09,30-10,30
Avv. Francesca Gaudino
Local Partner Baker & McKenzie
 
ANALISI DELLE AREE AZIENDALI SENSIBILI AL RISCHIO PRIVACY
Le aree aziendali più esposte al rischio privacy
Le funzioni aziendali garanti della legittimità
Strumenti privacy a tutela del rischio
Modelli privacy di tutela
 
 
10,30-11,30
Avv. Giovanni Guerra
Studio Legale Guerra – Ricchiuto
 
ACCERTAMENTI DELLE VIOLAZIONI PRIVACY RILEVANTI SUL PIANO PENALE. RESPONSABILITA’ SOGGETTIVE E RISCHI LEGALI NELL’AMBITO DI SOCIETA’ ED ENTI
Individuazione delle figure coinvolte nel trattamento illecito dei dati personali e nelle altre violazioni rilevanti
Soggetti titolare e organi di vertice
Ruolo dei responsabili ed incaricati del trattamento
Analisi degli orientamenti interpretativi
 
 
11,30-11,45: coffee break
 
 
11,45–12,45
Dott. Rodolfo Zani
Responsabile Tutela Aziendale, Intesa Sanpaolo s.p.a.
 
LA MAPPATURA SPECIFICA DEI RISCHI PRIVACY
 
 
12,45-13,30: quesiti e dibattito
 
 
Introduce e coordina:
 
 
14,30-15,30
Dott. Luca Leone
Responsabile Servizi Privacy, Sistemi Uno S.r.l.
Socio Fellow Istituto Italiano Privacy
 
I METODI DI ANALISI DEI TRATTAMENTI DEI DATI
Individuazione delle Aree funzionali
Individuazione delle finalità, modalità, tipologie dei dati, categorie di interessati
Analisi dei trattamenti che presentano rischi specifici (es: GPS, Videosorveglianza, Biometria, RFID)
 
 
15,30-16,30
Avv. Enrico Pelino
Studio Legale Grieco – Pelino
 
IL PROCEDIMENTO DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE PRIVACY E IL PROCEDIMENTO DI IMPUGNAZIONE
Le tutele previste dal Codice
Tratti fondamentali del procedimento
Il mancato rispetto dei provvedimenti resi dal Garante
 
 
dalle ore 16,30: quesiti e dibattito
 
 
 
MODELLO E MATERIALE DIDATTICO
Nel corso del workshop ampie sessioni saranno dedicate al question time per favorire l’interattività dei partecipanti.
Il materiale didattico, costituito dalle relazioni originali dei docenti, sarà recapitato ai partecipanti al loro indirizzo di posta elettronica.
Ai professionisti (avvocati e commercialisti) e a coloro che lo chiederanno, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. 

 
CONTRIBUTO PER LA PARTECIPAZIONE
Il contributo richiesto per la partecipazione a ciascuna giornata del workshop ammonta:
• ad Euro 250,00 oltre iva per gli Associati AFGE, Istituto Italiano Privacy e Federprivacy, nonchè per gli utenti Sistemi Uno;
• ad Euro 200,00 oltre iva per gli Associati under 35 AFGE;
• ad Euro 400,00 oltre iva per i non associati.
Gli Associati che si iscriveranno avranno la facoltà di iscrivere gratuitamente un collega, collaboratore, praticante o tirocinante under 30.
 
La quota di iscrizione ai workshop può essere rimborsata integralmente dai Fondi Paritetici Interprofessionali di aziende e professionisti. L’Associazione gestisce gratuitamente la procedura di finanziamento. 

Scarica la Brochure
CORPORATE PRIVACY COMPLIANCE FORUM